Un avvenimento programmato e coordinato dall’associazione culturale “Pedalando nella Storia – Maurice Garin” in collaborazione con l’ACSI, Associazione Nazionale di Sport, Cultura e Tempo Libero. Studiato per celebrare significativamente lo spirito olimpico di pace, fratellanza e solidarietà, da atleti “speciali” che solo nell’aiuto e nel reciproco sostegno possono giungere al traguardo, mettendo in campo il sacrificio e la propria forza, nonostante tutto, quando il tutto è l’energia vitale nel minimo comune denominatore della passione per lo Sport con la S maiuscola. La stessa disposizione dei trentunesimi Giochi Olimpici dell’età moderna che si apriranno a Rio de Janeiro, per un fattivo legame tra gli uomini in un mondo sempre più impaurito e sempre più chiuso.

La lunga prova si svolgerà per 1100 km, con un dislivello totale di 12.000 metri, suddiviso in 7 tappe. La quinta tappa del 21 aprile farà sosta a Olimpia in corrispondenza della cerimonia di accensione della torcia olimpica la cui fiamma trasportata da una staffetta di 12.000 tedofori, giungerà il 5 agosto nello stadio di Rio de Janeiro. Impresa che simbolicamente darà il via ai XXXI Giochi Olimpici, i primi ad essere ospitati in un paese del Sud America. Il percorso terminerà dopo l’attraversamento delle montagne e vallate del Peloponneso, esattamente allo stadio di Atene Panathinaiko, ove nel 1896 furono inaugurate le prime olimpiadi moderne.

La manifestazione ha già ottenuto diversi patrocini, tra i quali quello del CONI, dell’HOC (Comitato Olimpico Ellenico), del Comune di Olimpia e dell’UICI (Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti); un connubio, quello tra l’ACSI, Pedalando nella Storia e l’UICI, ben avviato da già sette manifestazioni di ciclopedalate storico/rievocative con persone non vedenti.

L'ACSI ritiene la Roma – Olimpia – Atene, un appuntamento essenziale per le motivazioni che racchiude e per la passione dei partecipanti. Un esempio per i giovani e un’opportunità di conoscenza storico/sportiva da raccogliere, considerando come dal 776 a.C. i giochi presero il via con cadenza quadriennale con una forza tale da sospendere i conflitti in corso: la Pax Olimpica; ben differente di oggi che si sospendono i giochi olimpici per le guerre.

SCARICA L'OPUSCOLO INFORMATIVO

ACSI Magazine - Archivio

archivio acsi magazione

ACSI Magazine - numero 41 - 31 ottobre 2019

ACSI Magazine 38

banner right

Servizio Civile

banner servizio civile

Antonino Viti rieletto Presidente dell'ACSI

Cerca nel sito

Assistente ecclesiastico